Essere malati

Cosa fare in caso di urgenza? Quando bisogna recarsi da un medico? Quando bisogna andare in ospedale? Troverete tutte queste informazioni e altre ancora nella rubrica “Che fare quando sono malato?”!

Domande importanti legate alla malattia e alla salute

Come riconoscere un’urgenza e che fare quando si presenta?

Come riconoscere un’urgenza e che fare quando si presenta?

Un caso di urgenza è una situazione che presenta una minaccia vitale. La maggior parte degli ospedali ha un pronto soccorso per le emergenze, aperto 24 ore su 24. La durata dell’attesa può essere lunga, meglio se iniziate chiamando il vostro medico di famiglia, anche al di fuori degli orari di consultazione. La segreteria telefonica vi indicherà il medico di turno e i numeri da chiamare.

Nelle grandi città esistono dei servizi privati di medicina (per esempio dei servizi medici d’emergenza) per delle consultazioni urgenti senza appuntamento.

Se qualcuno vicino a voi si ritrova in una situazione d’urgenza (per esempio in caso di incidente), sono essenziali i primi soccorsi. Bisogna verificare le funzioni vitali quali lo stato di coscienza, la respirazione e la circolazione sanguigna. È possibile seguire un corso per i primi soccorsi.
In caso di urgenza, è fondamentale la rapidità dell’intervento. Potete prendere contatto con i soccorsi e con l’ambulanza chiamando il 144; dovrete fornire i seguenti dati:

  • il vostro nome e cognome
  • il luogo in cui vi trovate
  • cosa è successo
  • quante persone sono coinvolte
  • quello che avete iniziato a fare

Una parte dei costi dell’ambulanza saranno a carico dei pazienti stessi.

Principali numeri d’urgenza:

  • Ambulanza : 144
  • Polizia : 117
  • Pompieri : 118
  • In caso di sospetto avvelenamento 145 (Tox Info Suisse fornisce informazioni mediche gratuite sugli avvelenamenti 24/24)
  • Rega in Svizzera : 1414
    Rega dall’estero : +41 333 333 333
    La Rega propone un’assistenza medica aerea rapida e professionale e aiuta le persone in pericolo. Prima di chiamare, preparate le informazioni da fornire (dove vi trovate, cos’è successo, le condizioni della persona ferita, ecc.)
  • Il telefono amico : 143
    Il telefono amico è un servizio d’ascolto anonimo, competente e disponibile 24 ore su 24 per le persone in difficoltà
    www.143.ch
  • Linea d’ascolto per bambini e giovani 147
    Pro Juventute offre una linea d’ascolto gratuita, confidenziale e disponibile tutto l’anno 24 ore su 24
    www.147.ch

Come posso fornire i primi soccorsi?

Come posso fornire i primi soccorsi?

Dare i primi soccorsi significa aiutare una persona che sta male o che è stata coinvolta in un incidente fino all’arrivo dell’ambulanza. Esistono delle regole che s’imparano nei corsi di primo soccorso, proposti da vari Comuni e necessari per l’ottenimento della licenza di condurre. Esistono anche delle formazioni speciali di primo soccorso pediatrico, in caso di emergenza per un bambino. Questi corsi sono fortemente consigliati ai genitori e ai nonni.

Associazione sezioni samaritane Ticino e Moesano

Corsi samaritani e di primo soccorso in Svizzera

Croce Rossa: offerta corsi

Come posso trovare un medico?

Come posso trovare un medico?

Il medico di famiglia è un generalista che esegue i primi trattamenti quando siete malati. È formato per le misure preventive e terapeutiche riguardanti tutto il corpo. Il medico di famiglia conosce bene i suoi pazienti perché li visita regolarmente e può fornire preziosi consigli. Per questo motivo, è raccomandato recarsi sempre dallo stesso medico.

Avere un medico di famiglia presenta altri vantaggi: quando siete malati, potete chiamare in qualsiasi momento lo studio medico e ottenere più facilmente un appuntamento e in molte casse malati il premio è più basso se comunicate il vostro medico di famiglia.

Ci sono diversi modi per trovare un medico: potete chiedere ai vostri amici e conoscenti, cercare nell’elenco telefonico (i medici sono in ordine per specialità e per località) e guardare in internet.

Lista dei medici in Svizzera

Ricerca di un medico attraverso la Federazione dei medici svizzeri

La "Guida alla salute in Svizzera" aiuta i migranti ad orientarsi nel sistema sanitariio svizzero

Come si svolge una visita medica?

Come si svolge una visita medica?

Per ottenere una visita medica, dovete prima chiamare lo studio medico per farvi dare un appuntamento, indicate le ragioni per cui chiamate. Se non potete recarvi alla visita, avvisate con almeno 24 ore di anticipo. Solitamente, dovete aspettare un po’ in sala d’attesa, è comunque importante presentarsi puntuali, nel caso il medico possa visitarvi subito.

Il medico vi esamina e, in caso di necessità, vi prescrive dei medicamenti, un trattamento o una terapia. Molti medicamenti sono forniti solo su ricetta medica, ciò significa che non potete procurarveli senza la prescrizione del medico. In alcuni casi, il medico di famiglia può indirizzarvi da uno specialista o un ospedale.

Ogni medico è soggetto al segreto professionale: non ha il diritto di trasmettere le vostre informazioni personali a terzi.

Quali servizi esistono per i bambini?

Quali servizi esistono per i bambini?

Oltre ai pediatri privati, in Svizzera esistono delle prestazioni specializzate e gratuite destinate ai bambini che vanno alla scuola dell’obbligo:

  • Il medico scolastico esamina e vaccina i bambini alla scuola dell’infanzia e poi al quarto e all’ottavo anno di scuola, in modo da identificare e prevenire i problemi di salute.
  • Il dentista scolastico esamina i denti dei bambini una volta l’anno. Il servizio d’igiene dentale effettua delle visite regolari e mostra ai bambini come lavarsi i denti correttamente.
  • Il servizio psicologico offre un aiuto in caso di difficoltà scolastiche, psicologiche o educative del bambino.

È vero che le cure dentarie non sono prese a carico dall’assicurazione malattia?

È vero che le cure dentarie non sono prese a carico dall’assicurazione malattia?

È vero, in Svizzera i costi per le cure dentarie non sono rimborsati dall’assicurazione di base, ma è possibile richiedere un’assicurazione complementare.
È importante prendersi cura dei denti e farsi visitare da un dentista almeno una volta l’anno, così da identificare eventuali problemi e trattarli al più presto, riducendo i costi sul lungo termine. Dei denti sani costituiscono una parte importante della salute.

Quando devo recarmi da un medico?

Quando devo recarmi da un medico?

Se i vostri sintomi sono leggeri, potete chiedere consigli in farmacia e ottenere dei medicamenti che non richiedono la prescrizione medica.
In caso di sintomi più marcati, consultate il vostro medico. Potete decidere di recarvi direttamente da uno specialista (per esempio un otorinolaringoiatra), ma potreste aspettare a lungo prima di ottenere un appuntamento e forse dovrete prendervi a carico i costi. Molte casse malati esigono un consulto medico che indichi la necessità di andare da uno specialista.
A volte, la visita medica non è necessaria. Alcune malattie, come il raffreddore, spariscono da sole dopo qualche giorno. Possono risultare utili i rimedi casalinghi; per esempio, in caso di febbre, è consigliabile bere una tisana di tiglio con miele e limone.

All’ospedale ci si reca solo in casi d’urgenza.

Quando devo andare in ospedale?

Quando devo andare in ospedale?

Principalmente, è il medico trattante che indirizza i pazienti all’ospedale. Lo scopo potrebbe essere quello di fare degli esami, un’operazione o seguire un trattamento specifico. Nei giorni precedenti la vostra ammissione in ospedale, riceverete tutte le informazioni necessarie (cosa portare o come dovete prepararvi) e prima di entrare dovrete presentare la vostra tessera della cassa malattia all’entrata.

I premi dell’assicurazione malattia di base coprono i costi ospedalieri delle camere comuni. Se volete una camera privata (singola) o semi-privata (due letti) potete stipulare un’assicurazione complementare con dei costi mensili aggiuntivi.

Esistono varie categorie di ospedali; solitamente il medico vi manda presso gli ospedali cantonali pubblici.

Ente Ospedaliero Cantonale

In ospedale chi si occupa di me? Posso ricevere delle visite?

In ospedale chi si occupa di me? Posso ricevere delle visite?

Avete il diritto di ricevere visite in ospedale durante gli orari di visita ufficiali. Siate discreti in caso di camera comune.

Le infermiere e gli infermieri assicurano la maggior parte delle cure e della presa a carico in ospedale. Sono formati a questo scopo e lavorano in stretta collaborazione con i medici. I pazienti (e i parenti stretti) hanno il diritto di essere informati sul loro stato di salute, sui trattamenti e le conseguenze previste. Se avete delle domande, rivolgetevi al personale di cura.

Durante il soggiorno in ospedale, i pazienti consumano i pasti in camera. Non è necessario che la famiglia porti loro da mangiare. Se avete delle richieste particolari (per esempio non mangiate carne di maiale, siete vegetariani o kasher, soffrite di allergie o intolleranze) informate il personale di cura che adatterà i menù alle vostre esigenze.

Cosa contiene il mio dossier medico?

Cosa contiene il mio dossier medico?

Avete il diritto di consultare il vostro dossier medico (documenti sul malato) presso il vostro medico di famiglia o l’ospedale. Contiene le informazioni principali sui vostri trattamenti, gli esami, le diagnosi, i medicamenti, le operazioni e l’evoluzione della malattia. Nessun ha il diritto di trasmettere queste informazioni a terzi.

I diritti dei pazienti

Cosa sono l’aiuto e le cure a domicilio?

Cosa sono l’aiuto e le cure a domicilio?

Può capitare che abbiate bisogno di aiuto o di cure a casa vostra, per esempio prima o dopo un soggiorno all’ospedale, se siete ferito, in caso di sovraccarico di lavoro o di malattia. I servizi di aiuto a domicilio mandano dei professionisti a casa vostra per prendersi cura di voi e occuparsi delle faccende domestiche, possono anche offrire dei trasporti e il noleggio di stampelle e sedie a rotelle. I costi di questi servizi sono parzialmente coperti dalle casse malati, ma non potete richiederli personalmente; è il vostro medico che decide se fornirvi questi aiuti e determina di cosa avete esattamente bisogno.

spitex.ch : associazione svizzera dei servizi di aiuto e cure a domicilio

Chi può essermi d’aiuto quando sarò anziano e non potrò più abitare da solo?

Chi può essermi d’aiuto quando sarò anziano e non potrò più abitare da solo?

I servizi di cure a domicilio offrono aiuto e assistenza in caso di convalescenza e aiutano le persone anziane che vivono da sole. A volte, organizzano trasporti, noleggiano attrezzature sanitarie e forniscono informazioni sui servizi di pasti a domicilio e sui centri diurni regionali. L’associazione Pro Senectute offre diverse prestazioni, avendo come obiettivo quello di favorire l’indipendenza e migliorare la qualità di vita delle persone anziane. Offre consigli in caso di:

  • difficoltà finanziarie
  • questioni giuridiche
  • momenti difficili da affrontare
  • tempo libero da organizzare
  • questioni legate all’abitazione e alle relazioni

Se questi aiuti non sono sufficienti e avete bisogno di un sostegno permanente, potete trovare delle soluzioni adatte presso una casa di riposo o un centro per anziani.

Pro Senectute

Quali servizi a favore delle persone anziane esistono in Svizzera?

Quali servizi a favore delle persone anziane esistono in Svizzera?

La qualità di vita ha una grossa influenza sulla salute, soprattutto per le persone anziane. Numerosi servizi aiutano l’anziano a condurre una vita autonoma di buona qualità.

Pro Senectute

"Invecchiare in Svizzera" : guida alla salute per i migranti e i loro familiari

Cosa posso fare se riscontro delle difficoltà psicologiche?

Cosa posso fare se riscontro delle difficoltà psicologiche?

La vita è piena di situazioni difficili in ambito personale, familiare o professionale. Le malattie mentali come la depressione sono molto frequenti (nell’arco della vita ne soffre una persona su tre) e provocano ansia ricorrente e un sentimento di tristezza continuo. È molto difficile gestire queste situazioni senza l’aiuto di un professionista.

Le malattie psichiche sono delle vere e proprie malattie, per questo devono essere trattate. Gli psicologi o gli psichiatri (medici specializzati nella psiche umana) possono accompagnare e sostenere i malati in questi momenti di difficoltà, cercando delle soluzioni insieme al paziente attraverso il dialogo o una terapia. È così possibile migliorare la situazione.

Se avete bisogno di aiuto, potete iniziare parlandone con il vostro medico di famiglia. Può mettervi in contatto con uno specialista. L’assicurazione malattia rimborsa il trattamento solo se effettuato da un medico (psichiatra).

Tutti i consulenti e specialisti in psicologia sono tenuti al segreto professionale e non hanno nessun diritto di trasmettere a terzi le informazioni che vi concernono.

Organizzazione sociopsichiatrica cantonale

Servizio psico-sociale (SPS)

Dove posso trovare aiuto senza dover fornire i miei dati personali?

Dove posso trovare aiuto senza dover fornire i miei dati personali?

A volte, le persone in crisi hanno bisogno di un aiuto immediato. Il telefono amico offre questo tipo di aiuto, attraverso delle consultazioni telefoniche, per sms o e-mail gratuite. Una chiamata al 143 permette di parlare con un professionista che vi ascolta e cerca di valutare con voi le varie possibilità, rispettando il vostro anonimato.

Pro Juventute propone un servizio simile di consulenza per i giovani, sul loro sito si possono trovare delle risposte a varie domande su temi legati all’adolescenza. In internet potete trovare altri forum che permettono di confrontarsi su tematiche specifiche, ma fate attenzione alla serietà del sito.

Per le persone senza permesso di soggiorno (sans-papier), esistono delle strutture di cura gratuite e anonime.

Telefono amico 143

Consulenza per i giovani 147 di Pro Juventute

Consulenza per i genitori Pro Juventute

Cure mediche per i sans-papier

Cosa posso fare se non riesco a spiegare nella lingua locale i miei problemi o le mie malattie?

Cosa posso fare se non riesco a spiegare nella lingua locale i miei problemi o le mie malattie?

Per beneficiare di cure di qualità, è necessario che la comunicazione tra il terapista e il paziente sia buona. Dovete farvi capire bene e capire le spiegazioni del medico o dell’infermiere. Le difficoltà possono essere legate alla lingua, ma non solo. Possono essere causate da differenze culturali. Spesso sono i membri della famiglia che aiutano a tradurre, ma non hanno la preparazione necessaria e può capitare che siano coinvolti emotivamente.

Un traduttore professionista può esservi di aiuto. Molti ospedali dispongono di un servizio di traduzione. Potete richiederlo, se questo non vi è proposto automaticamente.

I problemi di comprensione nascono a volte dalle differenze nel sistema di valori e culturali. In Svizzera, esistono degli interpreti interculturali formati che non si limitano a tradurre delle parole, ma spiegano i significati e le forme che possono variare da una cultura all’altra.

Associazione svizzera degli interpreti interculturali